Tu sei qui: Home Forum Stranità Pronto Soccorso Italiano per cantanti d'opera

Italiano per cantanti d'opera

Vai al livello superiore

Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da Sara il 27 maggio 2012 alle 10:50

Buon dì! Vi scrivo per chiedere qualche consiglio riguardo a un corso di italiano per cantanti d'opera che sto tenendo presso un conservatorio in Germania. Ho due classi di numero variabile tra 6-7 e 12 partecipanti. Insegno solo un'ora e mezzo (per gruppo) alla settimana. Gli studenti mi arrivano dopo aver frequentato un corso di lingua italiana per quattro semestri: dovrebbero essere di livello B2 (ma hanno frequentato, a loro stessa detta, in modo discontinuo e senza essersi applicati). Sono per lo più tedeschi, ma ci sono anche coreani, cinesi, russi ecc. Il mio problema principale è la grande disparità di livello che riscontro tra i ragazzi. In particolare in uno dei due gruppi ci sono due o tre persone di livello avanzato e il resto che non capisce neanche cose elementari (figuriamoci un testo da un libretto!). Come posso gestire tale situazione? Dovrei suddividere in ulteriori gruppi? Ma in tal caso come seguire tutti e come dedicarmi alla dizione se si lavora su testi diversi?

Cordialissimi saluti e grazie per l'attenzione,

 

Sara

Re: Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da Anonymous User il 26 luglio 2012 alle 10:35
Ciao Sara, il mio nome è Stefano Stella e sono un insegnante di italiano LS, nonché cantante lirico (Basso). Non ti nascondo che la tua situazione è un po' l'incubo di ogni docente: classe multilivello con poco tempo a disposizione e frequenza discontinua!!! È inutile, a mio parere, cercare di fare qualcosa di raffinato e completo.... bisogna identificare i bisogni ed agire su quelli. Personalmente penso che ti dovresti concentrare sulla dizione (le regole fondamentali che riguardano la pronuncia dell "S", del gruppo "GL" e così via) questo anche a prescindere dalla comprensione della parola; poi, cosa fondamentale, sull'intonazione della frase (esercizi specifici!!!!! Se vuoi ti posso dare qualche consiglio. Solo in un secondo tempo (e per secondo tempo intendo anche all'interno della singola lezione) mi concentrerei sul dato linguistico vero e proprio (significato delle parole, radici delle stesse, comprensione approfondita del significato). Sia chiaro, non dico questo perché penso che quest'ultimo aspetto non sia importante, tutt'altro, lo dico perché mi sembra la soluzione ottimale per la tua SPECIFICA situazione. Ti faccio comunque un grande in bocca al lupo! Stefano

Re: Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da Anonymous User il 1 settembre 2012 alle 15:54
Ciao Stefano! Purtroppo mi sono accorta soltanto ora della tua risposta! Era un po' che non controllavo...ormai avevo perso la speranza... Grazie mille per i consigli! Insegni anche tu a cantanti? Anch'io ho studiato canto (soprano)! Sì, insisto già sulla dizione e anche sul raddoppiamento fonosintattico, ma con qualche dubbio sull'opportunità di quest'ultimo, anche se poi mi immagino una Mimì che canta: "il primo sole è mio" senza raddoppiare la m e allora mi riconvinco che devo insistere. In genere non hanno la minima idea di questo aspetto della dizione. invece mi ha incuriosito il tuo riferimento a esercizi sull'intonazione. Io non l'ho fatto perché ho pensato che la frase, nel canto, è detta sulla musica, quindi l'intonazione è quella melodica, ma forse a torto. Ti sarei molto grata se mi suggerissi allora qualche esercizio o mi dessi qualche consiglio! A presto e grazie mille ancora! Sara

Re: Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da Anonymous User il 22 febbraio 2013 alle 12:4
ciao io sono Monica, quella del corso aziendale. Secondo me dovresti davvero concentrarti su dizione e appunto pronuncia almeno di alcune arie famose del canto lirico italiano. Importante è concentrare la loro attenzione proprio sll'espressione, ovvero gli accenti da mettere alle parole durante il canto. Ci sono arie dove una parola dura diversi secondi e, specie per i soprani, le note sono talmente alte per cui è importante scandire bene la parola per capirla. Loro sono aiutati dalla musica, dal fatto che al posto di una nota c'è una sillaba per esempio, quindi riescono più o meno a capire come impostare la parola nel pentagramma però davvero è importante penso per loro pronunciare bene. Suddividi magari i gruppi in base alla difficoltà tipiche della lingua base: esempio gli asiatici faticano a dire la R, bene, esercizi più specifici su questo; i francesi a porre l'accento (giovani va pronunciato giòvani e non giovàni) ecc. Magari fai tipo tre gruppi che chiamerai Aida, Tosca e Traviata (giusto per stare in tema!) e lavorerai sulle loro specificità. In bocca al lupo! monica

Re: Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da Sara il 26 febbraio 2013 alle 12:24

Ciao Monica!

 

Bellissima l'idea di chiamare i gruppi così! Veramente uno spunto geniale che non mi farò scappare al prossimo semestre. Gli asiatici sono un capitolo davvero complesso. Fanno una fatica enorme e a quanto mi dicono, sono abituati a studiare le lingue con un metodo prevalentemente traduttivo. Non fanno ascolti, non parlano, e quindi, nei nostri corsi europei incentrati sulla comunicazione, fanno una gran fatica, figuriamoci con una lingua complessa come quella dell'opera! Tu hai molta esperienza con asiatici? Puoi confermare questa cosa che qualcuno di loro mi ha detto o hai avuto esperienze diverse?

 

Ciao e grazie ancora dell'idea super creativa!

 

Sara

Re: Italiano per cantanti d'opera

Lasciato da carmen1081 il 23 aprile 2015 alle 15:36

Salve a tutti,

questo è un vecchio post, ma preferisco provare a scrivere qui che aprirne uno simile.

Vorrei sapere che tipo di requisiti avete per insegnare l'italiano ai cantanti d'opera oltre a  una certificazione  per insegnare ls/l2, nel senso, che tipo di corsi, o percorsi avete fatto, a parte l'essere voi stessi cantanti ( con diploma??), o se esisitono corsi specifici per insegnare l'italiano ai cantanti d'opera, con relative certificazioni (un corso di dizione..logopedia...??)....vi ringrazio per qualsiasi consiglio mi possiate dare.

buona giornata..e buona lezione :)

Carmen

Sviluppato da Ploneboard