Tu sei qui: Home Lavorando Italia Sicilia, Enna

Sicilia, Enna

Scuola primaria carceraria, insegnamento a tempo indeterminato.

 

29/01/2012
di dove sei? quanti anni hai?
Enna, 46 anni
in quale paese / città lavori?
Enna
dove lavori?
scuola primaria carceraria ( laboratorio linguistico). Laboratorio linguistico presso la direzione didattica con bambini stranieri
da quanto tempo ci lavori?
26 anni
qual è il tuo incarico?
insegnante L2
che tipo di contratto hai?
indeterminato
quante ore lavori alla settimana? di queste, quante le ore di insegnamento in classe?
26( 22 con gli adulti e 4 con i bambini )
come hai trovato questo lavoro? eri già in loco?
concorso ordinario
che qualifiche ti hanno richiesto per l'assunzione?
specializzazione per l' insegnamento nelle carceri. Successivamente corsi di formazione per l'insegnamento dell'italiano come L2
le caratteristiche degli studenti?
dai 18 anni in su .Uomini di varie nazionalità.Bambini di varie nazionalità 6/11 anni
perché studiano italiano?
per comunicare e per conseguire un titolo di studio
i loro problemi specifici? e i loro punti di forza?
livello linguistico A0 -A1. Spesso non scolarizzati. L'uso dell' italiano come interlingua per comunicare tra loro
un ultimo commento?
trovo il sito utilissimo, ricco di consigli e spunti didattici, oltre che un punto di incontro per lo scambio di suggerimenti e di esperienze.
il tuo nome / nick name
ida

Commenti (3)

Per aggiungere commenti devi farti riconoscere
moryama 29/01/2012 06:55
Ciao Ida, benvenuta su Stranità. Mi piacerebbe moltissimo parlare in modo più approfondito del tuo lavoro, soprattutto perché si tratta di un ramo così specifico e tu hai non solo una formazione nel campo, ma ben 26 anni di esperienza. Sarai una miniera di sapere! E io invece non ne so niente…

Ad esempio, prima domanda stupida: di solito riesci a lavorare con gruppi di studenti allo stesso livello, o ti trovi anche gruppi misti? (alfabetizzati + non alfabetizzati). Sono gruppi molto numerosi?
Passa a rispondere quando hai tempo :)
idaardica@yahoo.it 30/01/2012 18:08
ciao ,
intanto é un vero piacere conoscere te e tutti gli altri che come noi hanno questa passione e questo entusiasmo ! Grazie per il repentino commento, mi sopravvaluti non credo di essere una miniera .... sapessi quante volte lo sconforto mi assale !!! rispondo subito alle tue curiosità: intanto il gruppo classe non é numeroso un massimo di dieci - dodici alunni per ovvie ragioni di sicurezza. Nel corso dell' anno, comunque, gli alunni,per ragioni di giustizia ( trasferimenti, libertà, o misure alternative alla detenzione) cambiano e vengono sostituiti con altri che ne hanno fatto richiesta. A volte capita, infatti, che dall'oggi al domani la classe si svuoti e si ricomincia tutto da capo.Lavoro suddividendo la classe per livelli : in genere il primo livello é costituito da alunni neo arrivati che non parlano e non capiscono l' italiano (spesso mi avvalgo dell'aiuto di altri alunni che fanno da interpreti);il secondo livello ,invece, é costituito da stranieri il cui livello linguistico é più avanzato : stranieri soggiornanti in Italia da almeno un anno che riescono a comprendere , parlare e scrivere ( anche se non molto bene ) in italiano . Per tutti a, volte l'italiano non é L2 ma anche terza o addirittura quarta lingua.Sono disponibile per ogni curiosità o richiesta di qualsiasi genere. Spero di poter avere da parte di tutti consigli e suggerimenti.
Grazie Ida
BarbaraP 12/04/2014 19:56
Ciao Ida,
complimenti per il tuo lavoro! Anche io in passato ho insegnato in carcere ed è stata un'esperienza bellissima che mi piacerebbe poter ripetere. Volevo chiederti che materiali didattici utilizzi per i tuoi studenti. Esiste una bibliografia specifica oppure, come ho fatto io a suo tempo, modifichi i materiali esistenti adattandoli al particolare contesto in cui operi? Grazie mille e buon lavoro, Barbara