Tu sei qui: Home Lavorando Italia Sicilia, Vizzini

Sicilia, Vizzini

Insegnare italiano / alfabetizzazione in un centro per richiedenti asilo e rifugiati.

 

20/12/2011
di dove sei? quanti anni hai?
Catania. Ventisei anni.
in quale paese / città lavori?
Vizzini, Sicilia, Italia.
dove lavori?
In un centro S.P.R.A.R. (Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati)
da quanto tempo ci lavori?
Dal 2 maggio 2010. Da più di un anno e mezzo.
qual è il tuo incarico?
Insegnante di lingua e cultura italiana. Insegnante di lingua e cultura italiana. Il corso di alfabetizzazione è una delle tante attività che il Centro offre alle persone ospitate in questa struttura.
che tipo di contratto hai?
Lettera d'incarico come docente. Pagata a ore.
quante ore lavori alla settimana? di queste, quante le ore di insegnamento in classe?
6 ore alla settimana di lezione. Due incontri settimanali di 3 ore ciascuno. (Il lavoro di preparazione a casa è...cosa mia!)
riesci a vivere solo del tuo stipendio?
No.
che tipo di agevolazioni ti offrono?
Nessuna
come hai trovato questo lavoro? eri già in loco?
Passaparola.
che qualifiche ti hanno richiesto per l'assunzione?
Laurea in Lettere e conoscenza delle lingue e di metodologie didattiche aggiornate.
le caratteristiche degli studenti?
Per lo più donne, tra i 18 e i 50 anni. Prevalentemente africane, ma anche dall'Iran e dal Medio Oriente.
Anche uomini con disagio mentale.
perché studiano italiano?
Per necessità, per integrarsi, per capire l'Italia, per sperare di trovare un'occupazione e stabilirsi qui.
i loro problemi specifici? e i loro punti di forza?
Sognano di rendersi autonomi e di dare un futuro ai loro bambini, con i quali hanno affrontato il deserto, il mare, le torture di un viaggio disperato verso la nostra Sicilia. C'è chi non ha mai studiato per nulla nel proprio paese, chi ha problemi con la scrittura anche nella propria lingua madre, chi non conosce altro che dialetti locali. C'è chi ha studiato all'Università e chi per la prima volta si innamora dell'idea di poter studiare davvero finalmente.
un ultimo commento?
Amo questo lavoro. Faccio tantissimi sacrifici per continuare a farlo, mi pagano "ogni tanto" e devo sostenere le spese di autobus e panini ma...adoro lavorare con loro.
il tuo nome / nick name
Chiaruccia

Commenti (0)

Per aggiungere commenti devi farti riconoscere