Tu sei qui: Home Materiali Tutti i Materiali Autobiografia di un oggetto.

Autobiografia di un oggetto.

Un'attività utile per praticare il vocabolario delle descrizioni e le espressioni per raccontare al passato.

 

Gli studenti scelgono un oggetto che si ritrovano in tasca o in borsa in quel momento e ne scrivono una breve autobiografia. E´ l´oggetto che parla.

Per esempio, se qualcuno sceglierà la penna:

“Ho vaghi ricordi del mio passato. Ricordo d´esser stata in un posto molto rumoroso, forse una fabbrica, luce forte e spostamenti di quà e di là .
A un certo punto, mi son ritrovata vestita di plastica accanto a tante altre come me.
Poi un lungo viaggio al buio e tanto tempo in un negozio.

Ne ho passati di giorni a guardare chi mi guardava. Che andirivieni! Alla fine qualcuno mi ha comprata e... intascata. Cosi sono cominciate le mie avventure. ...... “

Alla fine del lavoro, gli studenti mettono sul tavolo l´oggetto con l´autobiografia e a turno leggono il lavoro dell´altro.

Possono e devono anche domandare: lo studente/lettore fara´ domande allo studente/scrittore-della-autobiografia.

Per esempio, sulla penna:

- Qual è la cosa più interessante che hai scritto finora?
- Come ti senti, cara penna, quando scrivi gli errori?

- Se potessi scegliere di scrivere in un altro colore, quale colore sceglieresti e perché?

Variante 1:

gli studenti lavorano in gruppi, anziché individualmente.

Variante 2: orale

gli studenti raccontano/parlano dell´ oggetto scelto senza scrivere.

(prima ci si accorda sulla durata del tempo della preparazione mentale).

Variante 3:

diario di un oggetto (anziché autobiografia): cronaca del giorno o di una settimana.

Buon divertimento!

Commenti (1)

Per aggiungere commenti devi farti riconoscere
Iunicoco 10/01/2013 10:09
Interessante!!!! Mi piace:) Grazie!!!!
AVVISO: Stranità si rinnova

I lavori di rinnovo del sito procedono bene! Per tenerti aggiornato leggi il messaggio

naviga in MATERIALI