Tu sei qui: Home Materiali Tutti i Materiali Discussione lampo

Discussione lampo

Attività in cui gli studenti discutono i pro e contro di una tema per 5 minuti. Adatto come warmer.

 

Questa è un’attività di 5 minuti adatta come riscaldamento a inizio lezione o come riempitivo a fine lezione.

Livello: da pre-intermedio

Cos’è la discussione lampo

Si sceglie un tema e si presentano due opzioni contrapposte, ad esempio “città o campagna” (vedi gli esempi a fondo pagina). Per 5 minuti gli studenti discutono i pro e i contro delle due opzioni, fino allo scadere del tempo. Possono discutere a coppie, piccoli gruppi o in plenum.

Il senso dell’attività non è solo esprimere la propria opinione, ad esempio Per me è meglio la campagna, e nemmeno chiudere il discorso dicendo Dipende dalla situazione. Lo scopo e la sfida sta nel trovare più pro e contro possibile e discuterne, nei limiti del tempo concesso.

Come puoi svolgere la discussione lampo

  • Parti direttamente scrivendo alla lavagna il tema, ad esempio Città o campagna? Non serve fare molte introduzioni o elicitare vocabolario sul tema (non è lo scopo dell'attività).
  • La prima volta che proponi questa attività, alcuni studenti si bloccano e non capiscono cosa ti aspetti da loro. Comincia tu dando l’esempio: Città o campagna? Be', penso che la campagna sia meglio perché è più tranquilla, no? Ma vivere in città vuol dire avere più servizi, cosa ne dite? Ad esempio mio fratello abita in campagna e non ha il telefono. Però sarebbe bello avere qualche animale, forse una mucca per il latte...
  • Mentre la classe si scambia opinioni, cerca di non intervenire e stai in disparte. Anche se c'è una pausa di silenzio.
  • Se vuoi, puoi assegnare un compito preciso. Ad esempio: scegliere i 3 migliori motivi per cui è preferibile la città e i 3 migliori motivi per cui è preferibile la campagna.
  • Per aggiungere una difficoltà, puoi dividere in due squadre a sorteggio: metà classe a favore della città e metà a favore della campagna e far discutere le due parti.

 

Quali temi funzionano

  • Temi quotidiani. E' essenziale che i temi siano vicini alla vita dei tuoi studenti. Se non usano internet, inutile proporre il tema Facebook o Twitter.
  • Temi adatti alle loro capacità comunicative: è molto frustrante non riuscire a esprimersi in una discussione. Di solito più il tema è generale o “morale”, più è difficile.
  • Temi che richiedono vocabolario conosciuto. Ad esempio il tema Fumo o alcol porta a parlare di legalità e salute; il tema Bancomat o carta di credito richiede parole come digitare un codice, firmare, tessera.
  • Alcuni temi sono più “nonsense" di altri e richiedono più creatività. Ad esempio Frutta e verdura: è chiaramente una preferenza che dipende dai gusti, ma si possono trovare degli aspetti "obiettivamente" positivi o negativi. Ad esempio: la frutta è meglio perché piace di più ai bambini. La verdura è meglio perché è più economica. Però la frutta non devi prepararla e cucinarla, ecc.
  • Sono sconsigliati temi politici, religiosi o pesantemente morali.

 

Perché mettere un limite di 5 minuti

  • non c’è tempo di esaurire le argomentazioni e demotivarsi.
  • non c’è tempo di approfondire la discussione oltre il livello di italiano degli studenti.
  • non c’è tempo di iniziare a litigare sul serio.
  • è un’attività di riscaldamento o riempitiva: se dura di più, diventa un’altra cosa.
  • sapendo che la durata è limitata, gli studenti sono più motivati a dire quello che pensano senza preoccuparsi della forma o di dover sostenere una discussione lunga e strutturata.


Esempi di temi per la discussione lampo

TEMI GENERALI
città o campagna
vestiti firmati o marchi anonimi
mare o montagna
casa di proprietà o casa in affitto
peggio il fumo o peggio l’alcol
pizza margherita o molto condita
coca cola o pepsi
cane o gatto
fast food o slow food
frutta o verdura
scuola pubblica o scuola privata
università o lavoro
autori classici o autori moderni

attività extra-scolastiche: studiare una lingua o fare sport

VITA QUOTIDIANA
lavare i piatti subito o il giorno dopo
carta di credito o bancomat
supermercato o negozietto
vestiti comodi o fashion
macchina o mezzi pubblici
bagno o doccia
motorino o bicicletta
serata al cinema o dvd
asciugacapelli o asciugatura naturale
McDonald o Burger King
acqua del rubinetto o acqua in bottiglia
prodotti di marca o prodotti anonimi
ombrello o impermeabile
ferie lunghe o ferie spezzate
borsa o zaino
quaderno a righe o quaderno a quadretti
saponetta o docciaschiuma
trasportare un bebè: passeggino o marsupio
libro o ebook
cellulare o smartphone
sms o email
facebook o twitter
wikipedia o google

comprare dvd o scaricare dal web

Se hai altre idee da aggiungere, usa i commenti qui sotto.

Commenti (1)

Per aggiungere commenti devi farti riconoscere
Annalisa Di Salvatore 09/09/2012 14:52
Ciao moryama,

che bello tornare da queste parti e scoprire sempre cose nuove o materiali che mi erano sfuggiti in passato!

Poco da aggiungere all'attività che proponi, volevo solo portare il mio contributo dicendo che io faccio molto spesso questa attività nella fase iniziale della lezione, scegliendo il tema "Vita in città o vita in campagna?". Comincio mostrando alcune foto e da lì gli studenti partono. L'obiettivo è di tipo motivazionale rispetto a un ascolto da "Percorso Italia, vol. 2" ("Non sopporto la vità in città"), in cui due amici discutono sullo stesso tema e, a livello grammaticale, si introduce il condizionale semplice.
Generalmente va molto bene e, inoltre, faccio durare l'attività anche più di 5 minuti perché gli studenti non sono a un livello principiante assoluto (d'altra parte, l'ascolto che facciamo dopo l'attività è in un volume B1/B2!).
AVVISO: Stranità si rinnova

I lavori di rinnovo del sito procedono bene! Per tenerti aggiornato leggi il messaggio

naviga in MATERIALI