Tu sei qui: Home Recensioni Tutte le Recensioni Guerra / L'italiano praticamente

Guerra / L'italiano praticamente

Recensione di un libro di attività e giochi per l'insegnamento della lingua.

litalianopraticamente.jpg

21/03/2011

editore

Guerra Edizioni

titolo
L'italiano praticamente. Attività e giochi per l'insegnamento della lingua
abilità principali
comunicare, vocabolario, grammatica
una o due attività che funzionano molto bene
"Una storia di Sempé": viene presentata una storia a vignette (senza dialoghi) dell'illustratore francese Sempé, divisa in due parti A e B da distribuire a studenti differenti. Ognuno si prepara a raccontare la propria storia (senza sapere che è la metà di una storia più lunga) e poi a coppie ci si racconta tutto. L'ho usata con studenti di livello pre-intermedio: fantastica!
"Nazioni": si attaccano sparse per la classe le sagome di varie nazioni e gli studenti girano, discutono e scelgono le loro preferite. Poi si tolgono le due nazioni più "popolari" e la discussione va avanti.
una o due attività che non funzionano
"La stanza": non è che non funzioni, ma viene proposta come spunto per praticare il congiuntivo (Penso che sia...) mentre io l'ho trovata moooolto proficua con livello elementare. Si parte dall'immagine di una camera da letto disseminata di oggetti vari e si fanno ipotesi sul proprietario. Utile per ripassare vocabolario del tempo libero, aggettivi di personalità, ecc. e certo anche per esprimere opinioni (senza congiuntivo:). Se poi ci si costruisce attorno una storia criminale - il proprietario è sospettato di qualche furto - i detective-studenti si appassionano molto :)
quante attività hai provato direttamente in classe?
Non molte, forse il 40%, ma ho deciso di riprenderlo in mano: è da rivalutare!
livelli delle attività
principianti asoluti: niente, A1: abbastanza, A2: molto, B1: molto, B2: abbastanza
le istruzioni sono adeguate al livello?
E' un libro per insegnanti, non ci sono quasi mai istruzioni dirette agli studenti. Comunque, le indicazioni per l'insegnante sono sempre esaurienti.
madrelingua / età dei tuoi studenti
russo / 17-35 anni
un ultimo commento? i punti forti e i punti deboli del libro?
Come ho detto, ho deciso di rivalutare questo libro che avevo ordinato online e poi un po' abbandonato. Si sente che viene dall'esperienza,  e la praticità del titolo è rispettata :)  Non ci sono "fotocopie da distribuire" ma si lavora insieme tra studenti con materiali linguistici o visuali.
Mi piace molto il fatto che alcune attività, per vari livelli, sono incentrate unicamente sulle figure: trovo che l'immagine di per sé sia uno stimolo alla comunicazione impagabile, ma va comunque direzionata. Invece spesso si trovano serie di foto/disegni messi lì per "stimolare la comunicazione", senza un loro perché. Insomma, in generale vorrei più varietà di immagini con proposte pratiche per usarle.
Tornando al libro: viste oggi molte idee non sono più tanto originali, nel senso che ormai hanno preso piede (tabù, pictionary, interviste, ecc.). Ma per chi si avvicina alla nostra professione e non ha esperienza / preparazione può dare molti spunti, anche per inventare nuove attività, e soprattutto mostra come prendersi cura dei propri studenti e delle loro esigenze.
questo libro è
comprato da me
il tuo nome / nick name
moryama
archiviato sotto: ,

Commenti (0)

Per aggiungere commenti devi farti riconoscere